Blog

GUARDARSI MA…NON VEDERSI!


Incredibile ma vero, anche la nostra mitica Mafalda soffre dell’inguaribile sindrome che ognuno di noi ha nel tendere sempre a vedersi per quello che vorrebbe essere, non accettando l’immagine che vede proiettata nello specchio, ma un consiglio questa volta lo possiamo dare noi a Mafalda, l’allure che hai è di gran lunga migliore della tua ombra, più corposa, più illuminata, più Mafalda!!

CIAO DARWIN... UNA RISATA ALLUNGA LA VITA


L’azienda Divissima, veste il corpo di ballo ed il pubblico goliardico della trasmissione tv riuscitissima “Ciao Darwin7, La Resurrezione”, che da troppo tempo mancava sugli schermi televisivi!
Non perdetevi la puntata di venerdì 25 Marzo h. 21.15 Canale 5, le risate sono assicurate.
Il motto dell’azienda Divissima è :” una risata allunga la vita e dei completi sensuali la rendo anche più intrigante!J

DOPO ”I MIEI PRIMI 40’ANNI”


Sono in quella fascia d’età dove ormai non ci sono più tante vie d’uscita, indietro non si torna e davanti ci aspetta inesorabile il baratro, ma bisogna lo stesso andare avanti e trovare delle ragioni per non sentirsi dei DIVERSI!

LO STRESS…QUELLO SCONOSCIUTO

 

Non riesco ancora a capacitarmi di come, in questa era in cui avremmo creato la tecnologia per agevolare e migliorare la qualità della nostra vita, siamo diventati tutti schiavi del tempo e della tecnologia stessa creandoci delle malattie psicosomatiche come lo stress…un’assurdità!
Se per sbaglio dimentichiamo il cellulare a casa, ma stiamo andando in ufficio dove ci sono dei telefoni fissi, scatta il panico e se non una sincope e ditemi voi se questi segnali non sono schiavitù alla tecnologia…

QUANDO UNA CURVA DI UNA DONNA NON COSTA FATICA


La lotta continua delle donne per avere curve perfette è scritta già dai tempi di Adamo ed Eva.
Eva, a differenza di Adamo, aveva glutei scolpiti, seni prosperosi e sodi, cosce lunghe e snelle, capelli fluenti e morbidi, creava impacchi con fanghi per contrastare la ritenzione, con la polpa del cocco creava un balsamo emolliente per i capelli, correndo veloce per scappare da animali feroci si manteneva in forma…
Adamo invece, leggermente calvo, pancetta pronunciata, maniglie dell’amore in bella vista, restava ore e ore sotto l’albero a commentare l’ultimo torneo di calcio assieme al serpente, sollazzandosi con frutti esotici, e guardando da lontano Eva correre come una pazza per sfuggire ai feroci predatori.

LA TUA VITA NEGLI OCCHI DI UN ADOLESCENTE


Pensavo che dopo la separazione avrei superato le mie frustrazioni di: donna, amante, madre, lavoratrice, compagna, amicaINCOMPRESA ma non avevo fatto i conti con la serial killer adolescente con cui convivo:” mia figlia tredicenne!”
La mia vita, come immagino la vita di tante donne come me, è regolata da incastri che devono formare ogni giorno un unico puzzle, un gioco di equilibri mostruosi che mi tengono spesso con il fiatosospeso ed un po’ di tachicardia! Fondamentalmente sono una multi tasca regolata dalla forza della disperazione e motivata ad andare avanti dalla frase:” chi si ferma è perduto!”

IL FASCINO…CONTA PIU’ DEL LESSICO!


La vita è piena di risvolti e spesso di aneddoti divertenti che ti fanno vedere le cose da una prospettiva assolutamente diversa, è il caso del buffo episodio che mi è capitato al telefono con una delle tante belle ragazze del mondo della televisione che sono lì a gestire programmi TV per “Grazia Ricevuta”.
Gli uomini una così se la sognano di notte, sfogliano le riviste cullandosi nell’immagine dei loro bikini presi da scatti furtivi mentre escono dall’acqua e lasciano intravedere dei bellissimi glutei marmorei, seni scolpiti nella “roccia”, pardon oggi dovremmo dire nel “silicone…e invece io, noi, siamo testimoni della cruda verità, l’ignoranza abbinata alla demenza.

IL TEMPO DELLE COSE GIUSTE


Se dovessi scrivere quante volte ho rincorso ideali irraggiungibili ed obbiettivi troppo distanti, scriverei una seconda Bibbia, purtroppo noi donne siamo sempre alla ricerca di qualcosa che ci metta disperatamente in difficoltà, vogliamo passare attraverso la cruna dell’ago, sempre e nonostante tutto, l’impossibile lo vorremmo rendere possibile…
Mafalda dice proprio il vero in questa frase semplice:” solo quando smetteremo di rincorrere le cose sbagliate avremo la possibilità di vedere quelle giuste”, che guarda caso, la maggior parte delle volte sono sempre lì, proprio davanti a noi.
La primavera è alle porte, armiamoci di coraggio e guardiamoci attorno, lentamente, sono certa che troveremo le cose giuste a portata di mano!

LE IMPERFEZIONI RENDONO LE PERSONE UNICHE


Ho avuto un’infanzia diversa da molte bambine, non mi sono mai piaciuta nel mio essere femminile, il mio più grande desiderio era quello di essere un maschio, ma aimè non siamo noi a scegliere, per partito preso decisi all’età di 5 anni di non mi guardarmi allo specchio e lo feci per molti anni…
Imparai ad esprimere me stessa senza badare alla mia immagine e con grande sorpresa durante l’adolescenza anch’io, assolutamente non attenta ai dettagli del mio look avevo un discreto successo, cuori conquistati ed alcuni spezzati.

Pagine

Abbonamento a Feed RSS - blog